Sito con frames! Se il logo YleniaHouse e i menu laterali non sono visibili,
 riaprire il sito . Poi sul menu laterale premere MY WORKS e Traduzioni DCALT
oppure aprire TRADuzione ITaliana Messaggi nella sez. ATTIVITÀ della pag. SITEMAP.
 
 
 

Traduzioni da
Du Ciel  la Terre





Du Ciel à la Terre è un sito francese che raccoglie tutti i messaggi che Monique Mathieu ha ricevuto. È in lingua francese, con traduzioni interne in molte lingue. traduzFR-IT Moltissimi, fra centinaia di messaggi, sono stati tradotti in italiano ma non tutti con eccellente qualità e alcuni non sono mai stati tradotti dal francese.
Per tale ragione, ho voluto dedicare questo spazio a quelli che ho ritradotto personalmente, per i quali ho mantenuto la suddivisione nelle tematiche originali, sperando così di far cosa utile per coloro i quali ne siano interessati.

banner_DCALT
Sito originale di Du Ciel À La Terre (DCALT)

Monique Mathieu è un potente canale diretto con gerarchie, entità del mondo sottile e schiere angeliche. Da molti anni, ormai, attraverso di lei queste Persone inviano all'umanità messaggi su ogni genere di argomenti utili, nonché il loro appoggio di amore incondizionato, in vista dei cambiamenti epocali che stiamo già vivendo. Vi si trovano consigli amorevoli, insegnamenti di spiritualità e di preghiera per “alzare la frequenza”, qualche ammonimento e diverse premonizioni del futuro, molte delle quali si sono già avverate. In ogni modo, spero che possiate trarne la stessa consolazione e certezza del futuro che ne ho ricavato io. Buona lettura...


Nota Bene Nota Bene: queste pagine rappresentano soltanto un servizio di traduzione in italiano delle pagine web originali, che appartengono in tutto e per tutto al sito:

Du Ciel à la Terre

YleniaHouse non è responsabile dei messaggi ivi contenuti e non dà spazio in questa sede per commenti o dibattiti, per i quali si rimanda al sito di cui sopra.


Un  Commento  Personale


Sebbene moltissimi studiosi, tecnici e persino teologi disdegnino, a vario titolo, tutto ciò che riguarda la sfera spirituale della fenomenologia celeste, ivi inclusi avvistamenti ufologici, apparizioni mariane (o comunque ascrivibili all'ambito religioso) e via dicendo, personalmente ho sempre trovato coinvolgente e molto affascinante il mondo dell'Altro, l'Oltre, quell'orizzonte apparentemente lontano che pure sembra in qualche modo vegliare e guidare da presso il destino dell'Umanità. Ci si può credere per atto di fede o per convinzione culturale o magari, viceversa, disdegnare il tutto come emerita sciocchezza senza fondamento. È una scelta personale che esige il massimo rispetto. Da ambedue le parti!

Alle vette della sapienza

Ho scoperto in ogni modo che, come me, moltissime persone apprezzano questo tipo di “comunicazioni”, di messaggi apparentemente provenienti da sfere che più nulla hanno a che fare con la nostra miserabile materialità.
Forse proprio per tale ragione chi è abituato ad una mentalità scientifica, razionale e pragmatica non può apprezzare né stimare questo modo di comunicare: se può dare speranza e persino delle certezze alle persone semplici, spesso di mentalità più aperta, non offre parimenti garanzie né prove oggettive agli altri, se non forse nell'ambito della preveggenza che, quando i messaggi siano effettivamente realistici, si compie puntualmente nell'attuazione degli eventi previsti. Allora ci si appellerà alle solite “coincidenze” e ai calcoli probabilistici; certo, è lecito restare della propria idea e, del resto, non sempre si verifica quant'era stato ipotizzato.
Si può onestamente dubitare della veridicità di tali affermazioni oppure rammentarsi che il futuro è sempre in movimento, condizionato dai molti effetti che precedenti cause hanno provocato. È difficile stabilire se una profezia si avvererà mai, in tutto o in parte, soprattutto se si considera che le persone - tutte le persone! - hanno il potere di mutare le condizioni che condurrebbero a quei dati eventi. Proprio per questa ragione, da millenni, è stata insegnata all'uomo la preghiera: non soltanto per chiedere e supplicare ma anche e soprattutto per cambiare gli eventi o almeno per mitigarne gli effetti negativi, se tali saranno posti in essere. 

Il dono della Luce

Credo che denigrare e dubitare ad oltranza gli uni degli altri, nonché dividere la conoscenza globale in blocchi di competenze slegate fra loro, abbia effettivamente portato la cecità a questa nostra società che ormai pencola sull'orlo di quel baratro insanabile che si chiama crollo della civiltà.
Sfiducia e cinismo la fanno da padroni e la mancanza di fede nell'Amore incondizionato, piuttosto che nella fede in S, nel Dio tanto remoto quanto “interpretabile” delle antiche religioni oppure in un progetto sociale, politico o militare (spesso discutibile e comunque umano, perciò fallibile per sua stessa natura) sta inevitabilmente conducendo gran parte di queste ultime generazioni all'aridità di cuore, al pessimismo cosmico e a un egoismo sfrenato. Tantissimi soldi in poche tasche, un gigantesco corpo di esseri umani stretti nell'indigenza, nella disperazione e nell'illusione del progresso tecnologico, che forse è il male peggiore: puntare ad un evoluzionismo meccanicistico di massa provoca una battuta d'arresto nell'evoluzione della sfera umana pi intima e sottile, facendoci somigliare a macchine imperfette, piene di difetti da riparare, come androidi con malattie dell'anima (o della psiche, sarebbe più corretto) che stanno diventando incurabili. Intanto, Madre Natura fa le spese dei nostri scriteriati “progressi”, mentre si cerca in apparenza di trovare un rimedio ai drastici mutamenti del clima, all'esaurimento sistematico delle risorse e all'indifferenza dei più.
deco-img
Ecco perché, fermo restando il sacrosanto libero arbitrio di ciascuno di decidere che cosa sia meglio per lui (o lei), penso che sia il caso per ogni persona infelice, stressata o depressa di cominciare ad aprire la mente a nuovi orizzonti, a nuove idee (per quanto "antiche" possano sembrarci in apparenza) e a riscoprire tutti quei valori, quelle realtà nascoste che avrebbero dovuto ispirare la vita umana sin dai primordi, e che sono stati accantonati per mero egoismo, per pigrizia, per gratuita ribellione a cuori e menti più evoluti dei nostri.

È in tale contesto che, a mio parere, si collocano i messaggi del sito “Du Ciel À La Terre”, provenienti dalle straordinarie persone che, attraverso la coraggiosa Monique Mathieu, cercano di condurre la gente di buona volontà sul sentiero di questa riscoperta. Non credo che “i mandanti” di questa iniziativa intendano edificare una nuova religione e, se così fosse, io per prima me ne dissocerei: il mondo è assolutamente provvisto di religioni che, in un modo o nell'altro, conducono ad alzare lo sguardo verso la Primigenia Mente dell'universo... o che purtroppo, talvolta, strumentalizzano la sacralità di Dio per i propri scopi tutt'altro che trascendenti.
Ciò che viene trattato qui, invece, sembra essere una concreta “rieducazione” dell'uomo affinché smetta di considerare il sacro e il superiore come cosa inutile, irraggiungibili o comunque gravosi entrambi perché intesi nei termini di una sudditanza conformista a delle regole vuote, slegate dalla vita reale e dal vissuto quotidiano. Perciò, se sia tutto vero o tutto falso non sta a me stabilirlo e, sinceramente, neppure m'interessa: ho imparato sin da bambina che ciò che conta davvero non sono belle parole o vaniloqui ma i fatti che ne conseguono, per un verso o per l'altro. Qui di fatti concreti, di insegnamenti congrui e positivi, ve ne sono davvero una moltitudine. Questo è un vademecum per l'evoluzione di Sé, prima ancora che per l'evoluzione futura del pianeta Terra. Al Lettore giudicare si gli sia utile o no.
 

Amore-incondiz

Grazie per la visita!

firmaPapillon

 

up


fregio